-

Pane e lardo, la storia dei Bertolin

Golosaria | 03/10/2017 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

La tradizione di una famiglia nel segno del lardo. Una storia da conoscere, come altre di cui avremo i protagonisti a Golosaria

Pane e lardo, la storia dei Bertolin

Marilena Bertolin, sorridente è davanti ad un apecar rossa che i suoi dipendenti le hanno regalato, dopo averla ristrutturata pezzo dopo pezzo, in segno di riconoscimento dei 60 anni di questa azienda, famosa per il lardo di Arnad. Sabato mi hanno voluto con loro, per presentare il libro “Pane e lardo”, bellissimo, che ripercorre la storia di questa famiglia, che sta agli inizi del Golosario.

Mi hanno chiesto la prefazione, che ho scritto con commozione pensando a Rinaldo, il marito di Marilena e il padre di Guido e Alexandre, i figli che ora portano avanti con determinazione un’azienda che fattura 6 milioni di euro l’anno. E’ una delle tante bellissime storie del nostro cammino, che raccontano di tenacia, di voglia di andare avanti superando gli ostacoli.

La sera a Milano, al Ceresio 7 abbiano incrociato Marina Cvetic, altra donna tenace che ha sviluppato l’azienda Masciarelli a San Martino sulla Marrucina, dopo che il marito Gianni ci ha lasciati nel medesimo modo di Rinaldo. Quante storie abbiamo abbracciato e quante ne conosceremo ancora, quest’anno, a Golosaria. Stanno arrivando adesioni davvero eccellenti. Vogliamo raccontarvele tutte, attraverso i loro protagonisti.