-

L'area Food si sta infoltendo

Golosaria | 08/07/2018 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Oltre la metà dei 200 spazi disponibili già occupati: un’adesione mai così alta a oltre tre mesi dalla rassegna

L'area Food si sta infoltendo

Tante storiche conferme e tanti nomi nuovi. Golosaria Milano si conferma un unicum nel panorama milanese e una manifestazione sempre più ambita dagli espositori come confermato dalle adesioni in massa a oltre tre mesi di distanza dall’evento.

Oltre ai rinnovi eccellenti - solo per farvi qualche nome Antica Corte Pallavicina, Guffanti, Grazioli, Giotto, Pepe Maestro Dolciario - ci sono molti esordienti di lusso. Dal Piemonte i prosciutti cotti di Barabino e i prodotti a base di frutta secca di Life, dall’Emilia Romagna la frutta disidrata di Borgolab e gli aceti balsamici firmati da Acetaia Leonardi, dalla Liguria i prodotti a base di rosa dei Fratelli Ratto, dalla Sardegna i carciofi in mille sfaccettature di Virdis, dalla Lombardia la Pasticceria Mastai con il suo panettone gluten free e l’Albero dei gelati che invece porterà una versione rivisitata con il gelato del tradizionale lievitato milanese.

La Sicilia sarà presente con i cannoli firmati dalla Boutique del Cannolo, le Marche con i tartufi di Tartufi al Massimo e i salumi di Antica Gastronomia, il Lazio con i Tartufi della Tuscia, poi dall’Olanda l’eccezionale selezione di Senape di Antonia. Aggiungiamo anche le birre artigianali (contiamo già Edfil e gli esordienti Chinaschi e Birrificio Milano) e una rappresentanza straordinaria di formaggi che potete iniziare a scoprire nell’approfondimento dedicato.