-

Vini storici e piatti monferrini a Montemagno

Golosaria | 11/04/2016 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Porte aperte alla cantina Ferraro: non solo assaggi, ma anche arte e commedia durante la giornata di domenica

Vini storici e piatti monferrini a Montemagno

Non capita tutti i giorni di poter assaggiare vini di annate storiche, con più di 50 vendemmie alle spalle. Ma a Golosaria può succedere anche questo. Grazie a Maurizio Ferraro, un vignaiolo che è presenza fissa di questa rassegna. Ancor più quest'anno, che aprirà le porte della sua cantina ristrutturata, proponendo una serie di eventi che animeranno tutta la giornata di domenica, dalle 10 alle 19. Siamo a Montemagno ( via Marconi, 14 | tel. 014163683 |  www.ferrarovini.com) dove la famiglia Ferraro si sporca le mani in vigna dal 1819. 

Qui si potranno degustare le annate storiche: bianco senza solfiti aggiunti 2006, rosso senza solfiti aggiunti 2006, Barbera annate 2000, 1978 e 1963, Ruché 2006 e 2003  (costo della degustazione € 5). 

Ma anche apprezzare lo show cooking a cura di Massimiliano Rolle del Pastificio Cit Ma Bon di Asti, che preparerà "in diretta" alcuni piatti della tradizione monferrina: gli immancabili agnolotti, i tajarin integrali al pesto di rucola e frittatine alle erbette di primavera raccolte nei nostri vigneti bio (ogni piatto € 5 compreso calice di vino). 

In cantina, spazio anche all'arte, con la mostra "Paesaggi monferrini su legno". E per conoscere la storia di questa cantina, si sono inventati addirittura una commedia in "40 anni notori e 1000 fotografie" - che Maurizio Ferraro definisce "tragico-noiosa, ma molto interessante". Si chiama "ah se'l nonno riturneisa!" ed è diretta da Sergio Ferraro. 

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Partner eventi












Media partner