-

La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria da 13 anni con Golosaria

Golosaria | 27/03/2019 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

La Fondazione al fianco della manifestazione nella promozione del territorio monferrino

La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria da 13 anni con Golosaria

Vino, territorio e turismo sono gli ingredienti proposti quest’anno da Golosaria, arrivata alla sua XIII edizione. Un traguardo che la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, partner fin dagli esordi, festeggia con grande soddisfazione riconoscendone la continuità, la vivacità, la capacità di coniugare sostenibilità ambientale, cultura e turismo partendo dal principio che il modo migliore per scoprire un territorio e le sue tipicità è sicuramente quello di viverlo e di assaporarlo. Ce n'è per tutti i gusti e per tutte le età: Golosaria presenta un programma ricchissimo di eventi accomunati dalla volontà di promuovere le eccellenze del territorio, fare cultura di prodotto e stimolare il turismo enogastronomico con occhio attento al rispetto dell’ambiente.

In questo contesto, l’enoturismo è uno dei segmenti più interessanti da sviluppare per una destinazione come il Monferrato i cui paesaggi vitivinicoli sono stati inseriti, con quelli di Langhe e Roero, tra i siti iscritti alla lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Un importante riconoscimento che l’Unesco ha voluto tributare alla storia e alla maestria dei piemontesi, oltre che alla geografia e alla bellezza dei luoghi.

Non si tratta solo di una nicchia di mercato, come veniva ritenuta fino a pochi anni fa. Questa tipologia di turismo rende un territorio speciale agli occhi di tutto il mondo ed è in grado di trasmettere un’immagine di bellezza e di qualità anche ad altri settori economici. Non solo turismo in senso tradizionale, fatto di ristorazione o offerta alberghiera, ma sviluppo del settore agroalimentare e dell’artigianato, di proposte culturali, di percorsi naturalistici. Insomma, un modo per rendere la nostra storica marginalità, che ha conservato territorio e tradizioni, una risorsa occupazionale ed economica di tutto rispetto.

L'utilizzo del vino come motore trainante del nostro turismo può essere davvero la forza in più per il Monferrato con l’augurio che anche questa edizione di Golosaria richiami migliaia di potenziali turisti a livello nazionale e internazionale.