-

Il cibo come nuova relazione

L'edizione 2020 in scena live su piattaforma 3D. Appuntamento dal 28 ottobre al 2 novembre con un ricco palinsesto di eventi, interattività live  tra visitatori e operatori, un e-commerce diretto

Golosaria 2020 si presenta con uno straordinario palinsesto di eventi, live e non, fruibili poi fino a Natale da tutti i consumer e operatori su una innovativa piattaforma online con grafica 3D con opzioni di download e upload di informazioni, chat live e video.

Altra grande novità è la possibilità di acquisto diretto di prodotti selezionati da ilGolosario grazie a un’agile area e-commerce dedicata. Il tutto con una dimensione sempre più internazionale, garantita da contenuti bilingue italiano-inglese e campagne mirate.

Insomma, nonostante le difficoltà organizzative e di fruizione tradizionale, Golosaria non solo non rinuncia a scendere in campo, ma addirittura rilancia in una nuova avvincente modalità totalmente online i suoi showcooking, wine tasting, talk show e approfondimenti legati al B2B e ai servizi per l’impresa.

L’appuntamento è dal 28 ottobre al 2 novembre per un’edizione 2020 che se senza dubbio ha un sentore interattivo, non perde certamente i sapori della tradizione che da oltre 15 anni fanno di Golosaria la manifestazione di riferimento dell’enogastronomia italiana. Con tutte queste premesse, il comune denominatore dell’evento non poteva che essere “Il cibo come nuova relazione”.

Quest’anno, dunque, considerati gli inviti alla prudenza che sconsigliano di incontrarsi e rendono praticamente impossibile organizzare un evento fisico di questa portata in Fiera a Milano, Golosaria ha deciso che sarà lei ad arrivare in ogni azienda, mettendo di fatto tutta la Fiera Online. 

Il decalogo di Golosaria 2020

1) Manifestazione con fruizione totalmente interattiva su nuova piattaforma 3D (e canali social) bilingue, dove “passeggiare” tra gli stand degli artigiani del gusto, le postazioni degli chef, le aule di formazione o assistere ad interviste a personaggi di primo piano.

2) Possibilità di interazione con i produttori con chat live e video e tanto altro.

3) L’evento si svolge dal 28 ottobre al 2 novembre, ma tutti i contenuti saranno disponibili fino al 20 dicembre.

4) Viste queste premesse, il tema portante della kermesse è “Il cibo come nuova relazione”.

5) Servizio di Market dei prodotti artigianali (realizzato in collaborazione con la piattaforma Lorenzo Vinci) attivo nei 6 giorni per consentire l’acquisto multiplo di gustosi regali e poi fino a Natale direttamente dagli e-commerce degli espositori.

6) La bottega italiana sarà poi protagonista di un evento dedicato che vedrà sfilare digitalmente le migliori case history italiane e soprattutto vedrà discutere del futuro della piccola impresa artigianale e dei negozi di prossimità.

7) Riflettori sui territori: Golosaria 2020 farà da eco alla promozione territoriale, sia sui social prima, durante e dopo l’evento, sia sulla piattaforma 3D nei giorni della rassegna con ambienti digitali appositamente progettati.

8) Oltre alla presentazione delle 100 migliori cantine d'Italia (1° novembre) selezionate da Paolo Massobrio insieme con Marco Gatti – protagonisti tra l’altro di interviste live ai più importanti personaggi del mondo dell’enogastronomia – il vino avrà ampio spazio 3D con le cantine selezionate da IlGolosario. Altra grande novità, un programma di tutorial dedicati alla degustazione.

9) L'Agorà di Golosaria il 2 novembre si trasformerà nella Piazza della grande ristorazione italiana, con i migliori ristoranti italiani della guida IlGolosario premiati da Massobrio e Gatti, cui farà seguito un talk dedicato agli “stati generali” della ristorazione italiana.

10) Non mancherà infine il Sostenisario, l’area di contenuti specifici per gli operatori lanciata durante il lockdown e ricca di spunti, consigli, aggiornamenti in tema di normative, comunicazione, organizzazione degli spazi e sostenibilità con la presenza di stand espositivi di importanti realtà che promuovono la Sostenibilità.

MENU