Devo confessare che questi Moscato secchi che ho assaggiato in anteprima mi hanno davvero sorpreso e vi invito a provarli. Questi ragazzi hanno trovato il giusto equilibrio, ma soprattutto hanno saputo trarre un prodotto che non c'era e che senza ogni ombra di dubbio conquisterà.

I must confess that these dry Moscato I tasted in preview really surprised me and I invite you to try them. These guys have found the right balance, but most of all they have been able to make a really new product, that without any doubt will sell.

La storia del Moscato secco in Piemonte è fatta di tentativi per portare all'attenzione del mercato questa tipologia di vino, difficile da produrre, per quella punta di amaro che resta lì, al termine della vinificazione. Del resto nella storia del Moscato d'Asti c'è solo ed esclusivamente il dolce. Oggi, a provare una strada nuova è una pattuglia di giovani, agguerriti, produttori: Simone Cerruti, Guido Vada, Gabriele Saffirio, Fabio Grimaldi, Francesco Bocchino ed Emanuele Contino a cui si sono aggiunti in un secondo momento Luca Amerio e i fratelli Cerruti: sono riuniti in un'associazione denominata Aroma di un Territorio, ottimo esempio di colleganza.
 

Ora, dopo aver capito un’altra cosa fondamentale, ovvero l'importanza della giusta comunicazione, hanno registrato il marchio esCAMOtage per identificare un Moscato secco ottenute da basse rese in vigna, vigneti ben esposti allevati a guyot, gestione del suolo attenta all'ambiente. Per farlo hanno scelto di evocare nel nome una località mitica del Moscato (la collina di Camo, insieme a Sant'Antonio a Canelli e a Moncucco di Santo Stefano Belbo) capace di evocare da un lato Pavese, che la vedeva al confine del suo territorio, e dall'altro i leggendari sorì, cioè quei vigneti in forte pendenza con vigne solitamente vecchie e esposte a Sud che danno il massimo da quest'uva.

The history of dry Moscato in Piedmont is made of attempts to bring to the attention of the market this kind of wine, difficult to produce, because of that bitter taste that remains, at the end of vinification. In the history of Moscato d'Asti there has only been room for the sweet one. Today, a group of young, corageous producers is trying a new path: Simone Cerruti, Guido Vada, Gabriele Saffirio, Fabio Grimaldi, Francesco Bocchino and Emanuele Contino, who were later joined by Luca Amerio and the Cerruti brothers: they are united in an association called Aroma di un Territorio, an excellent example of collaboration.
 

Now, after having understood another fundamental thing, that is the importance of the right communication, they have registered the brand esCAMOtage in order to identify a dry Moscato obtained by low yields in the vineyard, well exposed vineyards trained to guyot, soil management attentive to the environment. In order to do this they chose to evoke in the name a mythical place of Moscato (the hill of Camo, together with Sant'Antonio in Canelli and Moncucco in Santo Stefano Belbo) capable of evoking on one side Cesare Pavese, who saw it at the border of his territory, and on the other side the legendary sorì, those steeply sloping vineyards usually old and exposed to south which give the best from this grape.

Galleria multimediale

hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger

Dove siamo

Contatti
Indirizzo

piazza Municipio, 1 - fraz. Camo
12058 Santo Stefano Belbo (Cuneo)

Recapiti telefonici

Tel. 3351727573 - 3336801248

I Prodotti

Contattaci

Richiedi informazioni o prenota un appuntamento per parlare con il nostro team