Da un anno all’altro il salto in avanti è stato ancora più evidente, tanto che quel passito è diventato il migliore di tutti i passiti premiati. Ma noi vi sfidiamo ad assaggiare anche le bollicine che si affinano nelle grotte di talco. Un’esperienza davvero nuova.

From one year to the next, the leap forward was even more evident, so much so that this passito has become the best of all the award-winning passiti. But we challenge you to also taste their bubbles that are aged in talc caves. A truly new experience.

Dall’agronomo e imprenditore nel settore delle cave Mauro Camusso, nasce l’idea di affinare il vino nelle miniere di talco dell'Ecomuseo della Valle Germanasca, che garantiscono una temperatura costante di 10 °C e l'umidità fissata sull'80-90%. Il progetto prende vita grazie al felice incontro con l’enologo Gianfranco Cordero, per un’idea di viticoltura di qualità che presenta come elemento distintivo l’aver puntato sui vini bianchi e sulle bollicine, impiantando così uve inedite per il territorio dell’areale pinerolese, quali riesling, sauvignon blanc, pinot nero, oltre alla mitica malvasia moscata e al raro autoctono bianc vert.  L’Autin (che in piemontese significa “piccola vigna”) nasce nel 2010 e conta circa otto ettari vitati per una produzione di 35mila bottiglie in regime biologico e sostenibile. Il fiore all’occhiello della produzione è il Passi di Giò, un passito da vendemmia medio tardiva di uve malvasia moscata, poste a passire su graticci fino a fine febbraio. Quindi, la vinificazione e l'affinamento di almeno un anno in barrique di secondo passaggio. Dal colore giallo oro brillante al naso è netta la crema pasticciera e il miele. In bocca è grandiosa la sua rotondità, tanto da sentirlo grasso, ma assolutamente mai stucchevole, giacché l’acidità lo sorregge su altezze gusto-olfattive davvero esemplari. Grandissimo vino da meditazione. È Top dei Top dei passiti 2021. Notevole anche lo Spumante Brut Pas Dosé Metodo Classico.

From the agronomist and entrepreneur in the field of quarries Mauro Camusso, was born the idea of refining wine in the talc mines of the Germanasca Valley Ecomuseum, that ensure a constant temperature of 10°C and humidity fixed at 80-90%. The project comes to life thanks to the happy meeting with the oenologist Gianfranco Cordero, for an idea of quality viticulture which has as a distinctive element the focus on white wines and bubbles, thus planting grapes never seen before in the Pinerolo area, such as Riesling, Sauvignon Blanc, Pinot Noir, as well as the legendary Malvasia Moscata and the rare autochthonous bianc vert. L'Autin (which in Piedmontese means "small vineyard") was born in 2010 and has about eight hectares of vineyards for a production of 35 thousand bottles in organic and sustainable regime. The jewel in the crown of the production is Passi di Giò, a passito made from medium-late harvesting of malvasia moscata grapes, placed on mats until the end of February. Then vinification and aging for at least one year in barrique of second passage. Brilliant golden yellow color to the nose is clear the custard and honey. Its roundness in the mouth is grandiose, so much so that it feels fat, but absolutely never cloying, since the acidity supports it on truly exemplary taste-olfactory heights. A great meditation wine. It is the Top of the Top of dessert wines 2021. Noteworthy is also their Spumante Brut Pas Dosé Metodo Classico.

Galleria multimediale

hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger

Dove siamo

Contatti
Indirizzo

via Sant’Agostino, 40
12032 Barge (Cuneo)

Recapiti telefonici

Tel. 0175346271

vai al sito

I Prodotti

Contattaci

Richiedi informazioni o prenota un appuntamento per parlare con il nostro team