-

Toccasana di Teodoro Negro

Il Toccasana del Settimino

Toccasana di Teodoro Negro

Teodoro Negro nacque prematuramente, al settimo mese, “settimino” per l'appuntamento. Secondo le antiche credenze popolari i “settimini” avevano la capacità di curare uomini e animali attraverso l'utilizzo delle mani. In realtà Teodoro aveva sì doti di interprete della natura, ma per la sua conoscenza delle erbe e del loro effetto terapeutico. 

La sua miscela, dapprima di sole 5/6 erbe da mettere in infusione nel vino bianco secco, col passare degli anni sono arrivate a 37 per dare vita a un mitico amaro, chiamato Toccasana dai suoi stessi consumatori. Oggi, dopo l'acquisizione da parte dell'azienda Toso, la produzione si è trasferita nello stabilimento di Cossano Belbo, dove Valter Porro, nipote di Teodoro, cura e custodisce la ricetta originale.

Le 37 essenze essiccate, ovvero erbe, radici, fiori e bacche, tutte dell’Alta Langa, sono messe a macerare a freddo per circa un mese in soluzione alcolica. Il Toccasana si può degustare liscio, con ghiaccio, con una scorza di limone oppure come digestivo, ma anche con aperitivo con una foglia di salvia o menta. Dalla stessa miscela d’erbe nasce la Riserva del Fondatore Nurin, un liquore affinato in botti di rovere per almeno tre anni. A Golosaria apprezzeremo anche l'uso in miscelazione, davvero sorprendente.

Indirizzo

VIA STATALE, 3
COSSANO BELBO (CN)
PIEMONTE

Telefono

014183789

E-MAIL

info@toso.it

WEB

www.toccasananegro.it