-

Vino: a Golosaria gli assaggi memorabili

Golosaria | 17/10/2018 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Golosaria è la rassegna ideale per ogni wine lover

Vino: a Golosaria gli assaggi memorabili

 

Saranno oltre 100 gli espositori di Golosaria, scelti tra le cantine premiate con i Top Hundred, il riconoscimento ai migliori vini italiani ideato dai giornalisti Paolo Massobrio e Marco Gatti.

Un numero di assaggi possibili moltiplicato dalla presenza di quattro grandi consorzi: il Consorzio della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, il Consorzio per la Tutela dell’Asti, il Consorzio di Tutela Lessini Durello e il Consorzio Tutela Valcalepio.

> Scopri tutte le cantine di Golosaria

Migliaia di etichette in degustazione libera (previo acquisto del calice a 5 euro) sia al primo piano dedicato al vino sia in alcune selezionate aree del piano terra. Poi ci sarà anche una novità rivolta ai professionisti di enoteche, ristoranti e wine bar: l’area WineEmotion, con gli speciali dispenser ideali per il servizio del vino a bicchiere, con in degustazione (accessibile tramite QRcode) alcune chicche tra i Top Hundred degli ultimi anni. 

> Scopri tutte le bottiglie dell'area WineEmotion



Vino però anche protagonista di accostamenti e degustazioni dedicate. Il calendario di eventi nell’area wine tasting è ricco: nella giornata di sabato 27 ottobre ci saranno approfondimenti su vitigni autoctoni romani con la cantina Sanvitis (ore 15); Barbera d’Asti vinificata in acciaio (ore 18)Asti nei suoi abbinamenti tra dolce e salato  (ore 19).

Domenica 28 sarà un altra giornata in cui l’area wine tasting potrà beneficiare di un ricco calendario di appuntamenti: con il Lessini Durello (ore 11.30), una panoramica sui vini di Zymè (ore 13) poi due grandi degustazioni che vedranno protagonisti alcuni tra i Top Hundred migliori di sempre. Alle 14.30 Franciacorta Rosé di Barone Pizzini, Gewürztraminer “Nussbaumer” di Tramin, Gutturnio Frizzante di La Torretta, Rossese di Dolceacqua Superiore “Luvaira” di Maccario Dringenberg, Aglianico del Vulture “La Firma” di  Cantine del Notaio; alle 15.30 Asti Secco Sarunè di Toso, Capriano del Colle Rosso Riserva “Riserva degli Angeli” di Lazzari, Nobile Riserva di Carpineto, Nerosanlore’ di Gulfi, Barbaresco di Pio Cesare.



La giornata però non è ancora finita perché alle 16.30 spazio agli autoctoni calabresi, per chiudere - alle 17.30 - con i segreti dell’abbinamento tra formaggio Montasio e i vini di una delle più interessante aziende friulane, scoperta proprio dal premio Top Hundred, ovvero Tenuta Stella.

Lunedì 29 ancora tre appuntamenti: alle 13.30 l’Asti secco, alle 14.30 i vini da uve nebbiolo nel Monferrato e alle 15.30 una chicca per appassionati: il raro Baratuciat

> Scopri tutto il programma dei wine tasting

Praticamente una fiera nella fiera, che ogni wine lover non può perdere!