-

L’altro Natale: torrone e cassata

Golosaria | 03/12/2020 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Torrone e cassata sono due dolci che a Natale non possono mancare. Scopri i campioni di Golosaria Fiera Online

L’altro Natale: torrone e cassata

Il Natale è la festa che più di ogni altra si identifica e porta alla memoria alcuni piatti e dolci tipici che ogni anno tornano sulle nostre tavole, portando con sé sentimenti e ricordi. I protagonisti indiscussi sono panettone e pandoro, ma qui vogliamo rammentare altre due bontà, che soprattutto nelle regioni del sud Italia, non mancano mai: il torrone e la cassata.
Tra gli espositori presenti a Golosaria Fiera Online, sono quattro le referenze da annotare per portare sulla tavola il prossimo 25 dicembre un ottimo torrone artigianale o una squisita cassata.

La Torroneria GFG Murdolo
La tradizione familiare cinquantennale nella produzione di torrone da parte della famiglia Murdolo è oggi portata avanti dall'ultima generazione, composta da Giovanni, Francesca e Giacinta Murdolo. Il top è rappresentato dal torrone friabile, o duro, in cui spicca il sapore del miele d'arancio; poi ci sono i torroni morbidi ai vari gusti e i torroni croccanti, realizzati molto semplicemente, con sole mandorle e miele, in alcune varianti ricoperti di cioccolato purissimo.



Pasticceria Irrera
Questa storica pasticceria, che vanta ben 110 anni di attività e che ha fatto la storia della grande pasticceria messinese, racconta la tradizione dolciaria siciliana attraverso la produzione di dolci identitari come la pignolata, i cannoli e la cassata, arricchita da una speciale lavorazione della ricotta che fa risaltare il contrasto con la copertura di pasta di mandorle, per un'esperienza di gusto unica. Meritano pure i piccoli e fragranti torroncini ricchi di mandorle di qualità e miele siciliano, con una copertura di glassa al cioccolato o al sapore di limone.



Pasticceria Rocco Scutellà
Il torrone è il prodotto d'eccellenza della pasticceria Scutellà, che lo produce dal 1930 a oggi, sempre seguendo l'antica ricetta del torrone calabrese di nonno Rocco. Il miele d’arancio d’Aspromonte si unisce alle mandorle pugliesi e siciliane per dar vita al torrone mandorlato, il primo e più venduto in Italia e all'estero, anche nella versione con copertura di cioccolato. Merita pure il torrone morbido nelle tipologie: gianduia, bergamotto, al rhum, con mandorle e pistacchi e con frutta candita.



Torronificio Salvatore Pruneddu
Da più di cinquant'anni Pruneddu, dal cuore della Barbagia, produce il tradizionale torrone sardo con tanto miele e frutta secca, senza zuccheri aggiunti. Più recente è la linea bio, che impiega noci, nocciole e mandorle di coltivazione biologica e poi la linea dei torroni speciali, con 12 tipologie di torroncini alle mandorle che si differenziano per l'uso di un particolare miele sardo monofloreale.



LINK STORE ONLINE
La Torroneria GFG Murdolo
Pasticceria Irrera
Pasticceria Rocco Scutellà
Torronificio Salvatore Pruneddu

condividi

facebook twitter google plus LinkedIn