-

Le novità che troveremo a Casale

Golosaria | 31/03/2017 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Tante le novità tra gli espositori food di Casale Monferrato: scopri quali

Le novità che troveremo a Casale

Tanti i volti e le golosità inedite in scena per la prima volta al castello di Casale Monferrato. In primis un gradito ritorno, quello della Pasticceria Di Ciaccio, emblema della tradizione dolciaria artigianale a cavallo di Lazio e Campania. Imperdibile la pastiera e l’antico Savoiardo senza farina. Rimanendo nella suggestiva "Sala dei Dolci” del castello, ecco i prodotti da forno della Via Francigena proposti dalla parmense pasticceria Qaagliotti (il Cappello del Prete, dolce per la colazione con uvetta, mele, marmellata e spezie, e La Torta del Pellegrino).

Da Torino arriva invece la Pasticceria Giorcelli, rinomata per i suoi squisiti Marron glacé e le le scorzette di arancia ricoperte di cioccolato fondente. Ancora Piemonte protagonista con le nocciole intere tostate e in granella, e una stragolosa crema da spalmare sul pane dell’azienda agricola Teresina di Asti che debutta con noi. Ma sarà l’occasione anche per degustare le spremute naturali di agrumi d’eccellenza della Calabria, come il bergamotto e il tarocco biondo. Li troverete allo stand Aran C - “Romimatic”. Sempre dalla bella Calabria, ma volgendo sul tema “sfiziosità”, ecco i prodotti sott’olio extravergine di oliva calabrese de I Sapori del Cancello di Paola (Cs), realtà nata da un paio di anni. Da assaggiare melanzane a filetti, cime di rapa, peperoncini, pomodori secchi…

La rinascita dall’Abruzzo parte anche dai suoi prodotti agroalimentari. A Casale Monferrato, avrete la possibilità di scoprire un paniere di proposte locali nello stand LikeAbruzzo.com. Pasta artigianale, pecorini e salumi su tutti, con nomi di produttori e di località colpite dal terremoto in Centro Italia.

Risalendo di poco la penisola, ecco la novità dell’ottima crescia sfogliata di Urbino, una sorta di “parente” della piadina romagnola. La trovate nello stand de Il Panaro. Sempre dal centro Italia, ecco l’ottimo olio extravergine d’oliva di cultivar Moraiolo, Frantoio e Leccino, proposto dall’Azienda Agricola Fratelli Tocchio di Spoleto.

Due le novità legate ad un’altra eccellenza piemontese, il riso. Nell’area street food, protagonista sarà Riso Goio 1929 Dop, con un risotto speciale e con il burger di riso, uno speciale burger costituito da una base di riso con abbinamento di sushi. Tra gli stand food, invece, avrete la possibilità di acquistare una selezione accurata dei migliori risi del territorio, proposti da Riso&Riso di Vercelli. Ma non è tutto. Per gli intenditori, quale miglior abbinamento con uno zafferano prodotto tra le colline del Monferrato? Lo trovate nello stand di Roberto Perfumo, che si accompagnerà per l’occasione ad un altro nome top del settore risicolo, Cascina Alberona.

Infine, dopo il grande successo dello scorso anno, ecco, tra gli 8 presenti, due microbirrifici artigianali che si affacceranno a Casale Monferrato. Il primo, Ofelia, viene dal vicentino ed è una garanzia assoluta essendo già stato protagonista nelle ultime edizioni di Milano e del Veneto. Il secondo, invece, Birrificio Sagrin, viene dall’astigiano e produce, tra le altre, una imperdibile birra al Moscato. Ma altre novità sono in arrivo: seguite il sito. Fra una settimana un clamoroso aggiornamento sul castello di Uviglie dove stanno per arrivare le bollicine autoctone che non avete mai assaggiato.