-

Monferace, Comieco e Golosaria insieme per valorizzare il packaging vitivinicolo

Golosaria | 16/09/2020 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Domenica 20 settembre a Vignale Monferrato la premiazione del concorso per giovani designer chiamati a “impacchettare” il Monferrato

Monferace, Comieco e Golosaria insieme per valorizzare il packaging vitivinicolo

Monferrato: un paesaggio da cartolina protagonista nei secoli di dipinti e tele immaginati da centinaia di autori diversi. Uno scenario ricco di fascino e suggestioni che ha sfruttato il volano della gastronomia e della viticoltura per presentarsi al mondo, fino a diventare patrimonio dell’Umanità.

Ed è proprio da un vino simbolo di questo territorio, il Grignolino, che i produttori della neonata Associazione Monferace sono partiti per lanciare “Monferace - Packaging e Territorio”, il concorso destinato a giovani designer nato per creare un simbolo da stampare sulle scatole del Monferace, un Grignolino affinato 4 anni dalla forte connotazione territoriale. Una sfida ambiziosa, che ha puntato a coniugare il concetto di promozione con quello di sostenibilità, in cui ha giocato un ruolo fondamentale anche Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi a base cellulosica che da sempre ha come filosofia quella di unire alla funzione originaria del cartone, anche la valorizzazione del territorio e la tutela dell’ambiente naturale di provenienza.

Il concorso, annunciato ufficialmente sul palco di Golosaria Milano nel 2019, vedrà il suo epilogo in occasione di Golosaria, domenica 20 settembre (ore 11), a Vignale Monferrato, con la premiazione dei tre finalisti da parte della giuria presieduta dall’architetto e designer Michele De Lucchi e composta da Guido Carlo Alleva, presidente dell’Associazione Monferace, Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco e Paolo Massobrio, patron di Golosaria, insieme con membri dell' AIAP-Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva, Giuseppe Perrone e Monica Deevasis di Studio 2 di Alessandria.

Nella stessa giornata, tutte le opere pervenute (in totale sono state 58) saranno esposte in una speciale mostra allestita nelle sale di Palazzo Callori, a Vignale Monferrato.