-

A Portacomaro il Monferrato tra storia, geografia e... web

Golosaria | 14/09/2020 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

L'incontro si terrà domenica 20 settembre presso la Casa dell'Artista

A Portacomaro il Monferrato tra storia, geografia e... web

“Monferrato: storia, geografia, web” è il titolo dell’incontro organizzato dalla Casa dell’Artista di Portacomaro in programma domenica 20 settembre alle ore 15.30. All’incontro, coordinato dal giornalista Carlo Cerrato, Presidente dell’Associazione Gente&Paesi onlus, interverranno Alessandro Balliano (Sindaco di Portacomaro), Emiliana Conti (Presidente Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” ), Angelo Soave (Vice Presidente Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato”), Ezio Claudio Pia (storico), Cinzia Montagna (scrittrice), Andrea Cerrato (presidente Sistema Monferrato).

L’obiettivo dell’incontro – spiega Carlo Cerrato – sarà stimolare riflessioni sui tre elementi del titolo: la storia, che non dev’essere soltanto erudizione e nostalgia, ma che sia utile a guardare avanti; la geografa, tenendo conto che il Monferrato è suddiviso fra più province, quindi è difficile inquadrarlo in un’unitarietà; il web, che è la soluzione a questo problema, fornendo tutti gli strumenti per comunicare superando i confini fisici”.

Saranno Cinzia Montagna e Andrea Cerrato ad approfondire l’aspetto dedicato al web, inteso sia come giacimento di nuove modalità storiografiche e divulgative sia come strumento d’elezione per promozione e valorizzazione di brand.

L'appuntamento di Golosaria tra i castelli del Monferrato – commenta Emiliana Conti - è ormai una tappa fondamentale nelle attività di divulgazione culturale del circolo dei ‘Marchesi del Monferrato’, che oggi più che mai, comprendendo l'indissolubilità del binomio cultura-territorio, rivolge le sue attenzioni alle eccellenze ed alle peculiarità del Monferrato. il nostro territorio non è solo storia ma è anche cultura, artigianato, agricoltura, è un insieme di specificità, talvolta uniche, che hanno tratto insegnamento dal passato e che oggi ne conservano le tradizioni. Golosaria rappresenta un importante punto di partenza per l'aggregazione delle energie che animano la nostra terra e lo sforzo che siamo chiamati a compiere, il più arduo, è quello di superare gli sterili campanilismi ed agire tutti in una costruttiva sinergia che non può che portare benefici alla terra che fu di Aleramo”.

Fra i temi che saranno affrontati, anche la prospettiva di un rapporto continuativo in futuro fra il Circolo Culturale e la Casa dell’Artista, anche nell’ottica della collaborazione già avviata dal compianto Roberto Maestri, fondatore del Circolo.