-

Schisciola e schita: a Montiglio per risolvere la diatriba

Golosaria | 08/09/2020 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Il bel paese monferrino ospiterà il gemellagio tra la Schiciola del Monferrato e la Schita dell’Oltrepò Pavese

Schisciola e schita: a Montiglio per risolvere la diatriba

Sapete cos’è la Schiciola del Monferrato? E la Schita dell’Oltrepò Pavese? Si tratta di due ricette soltanto geograficamente lontane, ma in realtà accomunate dai loro ingredienti: farina, acqua e un pizzico di sale. La differenza è che per la Schiciola serve anche il lievito, mentre per la Schita no. Si cucinano entrambe nell’olio di oliva, ma per la Schita è preferibile lo strutto, secondo tradizione.

Schiciola e Schita si gemelleranno a Montiglio Monferrato nella cena di sabato 12 settembre (ore 20,30 – Salone Bruno Mellone, in Via Roma) e nel pranzo di domenica 13 settembre (stessa sede, previsti due turni: alle ore 12.00 e alle ore 13.15) organizzati dalla Pro loco di Montiglio. La prenotazione è obbligatoria ai numero 339 8330008. Nella cena di sabato, il Piatto del Gemellaggio in formato antipasto sarà accompagnato da salumi e antipasti tipici monferrini e seguito da risotto ai funghi, rolata di coniglio con polenta, torte Montigliesi in abbinamento a Barbera, concludendo con il caffè (25€), mentre il pranzo della domenica sarà dedicato esclusivamente a Schiciola, Schita accompagnate da salume crudo, salame cotto, insalata russa, robiola di Cocconato, carne cruda, peperone con acciughe (15€).

Dietro a tutto ciò, in realtà, non sta soltanto la corrispondenza degli ingredienti base, ma la storia: l’Oltrepò Pavese è spesso citato, infatti, come Antico Piemonte poiché proprio ai Savoia appartenne il suo territorio a partire dal 1743, quando il Trattato di Worms lo sottrasse al dominio dell’Austria nel contesto della Guerra di Successione Austriaca. Numerose nei secoli precedenti le spedizioni dei Marchesi del Monferrato in Oltrepò, vicina e appetibile area strategica verso Piacenza, Milano e la Liguria. E piemontese l’Oltrepò Pavese è ancora: basti pensare che la maggior parte del suo territorio rientra nella Diocesi di Tortona (AL). A dare impulso alla conoscenza della Schita da aprile scorso è il gruppo Facebook “La Schita dell’Oltrepò Pavese”, che oggi conta più di duemila iscritti da tutta Italia e anche dall’estero, molto assidui nella preparazione della ricetta oltrepadana.

Affiancata alla novità della comunicazione 3.0, una serie di eventi realizzati da associazioni, ristoranti e agriturismi con ospite la “Schita – Social”, tra cui il connubio con il Chisulin dell’Oltrepò Mantovano dello scorso luglio organizzato da Cantina Sociale di Quistello (MN). E la famiglia della Schita si allarga nel gemellaggio con la “cugina” Schiciola, una delle ricette più popolari e diffuse del Monferrato e che ricorda i tempi in cui i “ritagli” dell’impasto del pane venivano utilizzati come pasti e merende. Consuetudine che, superfluo dirlo, era un tempo propria anche dell’Oltrepò Pavese, l’Antico Piemonte. 

Una APP per la Pieve Romanica di San Lorenzo



A Montiglio Monferrato la Pieve romanica di San Lorenzo (X- XII secolo) si può visitare nei giorni e negli orari preferiti grazie a una App. L’antica chiesa rientra infatti nel circuito della App “Chiese a porte aperte”, iniziativa sostenuta e curata dalla Consulta Regionale per i Beni Culturali Ecclesiastici e da Fondazione CRT e che comprende monumenti e circuiti di Piemonte e di Valle d’Aosta. La novità consiste nella possibilità di prenotare autonomamente orari e giorni di visite, previa iscrizione, e di accedere al monumento con una “chiave” innovativa: la lettura da smartphone del QR code esposto davanti all’edificio.

Le porte si aprono, le luci si accendono e un voce registrata racconta caratteristiche architettoniche, artistiche e storiche del monumento. L’audio è sincronizzato con musica di sottofondo e luci che evidenziano i particolari narrati. Un metodo innovativo, questo, che consentirà di fruire sempre più del grande patrimonio monumentale e ambientale di Montiglio dove sia domenica 13 settembre sia domenica 20 settembre sono in programma passeggiate fra natura e edifici dalla lunga storia.