-

I lievitati di Natale: la magnifica selezione

Golosaria | 01/12/2020 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Sono nove gli artigiani del dolce che propongono i loro golosi lievitati a Golosaria Online

I lievitati di Natale: la magnifica selezione

Il dolce per eccellenza delle feste di Natale è il panettone, apprezzato ormai in tutta Italia insieme al suo stretto "parente", il pandoro. Spesso nella famiglie o tra amici ci si chiede: meglio il panettone o il pandoro? Quale scegliere tra i due? E poi, tra i cultori del panettone, le opzioni sono tante: con o senza canditi? Con la glassa di mandorle o con le gocce di cioccolato? Queste dispute scherzose ricorrono ogni anno e noi per aiutarvi a compiere la scelta giusta vi segnaliamo 9 artigiani del dolce che propongono i loro golosi prodotti a Golosaria Online.

Fiasconaro
Il brand Fiasconaro, creato dall'omonima famiglia in Sicilia nel 1953, è diventato un punto di riferimento in Italia - e non solo - della pasticceria d'autore. In particolare per i lievitati, realizzati solo con le migliori materie prime del territorio, che hanno valso negli anni all'azienda numerosi riconoscimenti a livello internazionale. La gamma dei panettoni è molto ampia: dal Marron Noir con marroni canditi e gianduia a quello con rosa e fico d'India, dall'Oro Verde con pistacchio e cioccolato bianco a quello con albicocca e cioccolato di Modica. Il panettone che ci ha conquistati fin dal suo esordio è stato l'Oro di manna, con cioccolato gianduia e crema alla manna da spalmare.



Pasticceria Mastai 
Questa pasticceria, fondata da Italo Mastai nel 1981, è un punto di riferimento per i golosi della Valchiavenna. Il suo fiore all'occhiello è il panettone, preparato seguendo un'antica ricetta tramandata negli anni con lievito madre e una lenta lavorazione. È proposto classico, al pistacchio, con noci, caramello e cioccolato.

 

Pasticceria Perbellini
Il nome di Perbellini si lega indissolubilmente a quello dell’Offella d’oro, considerata capostipite del pandoro, la cui ricetta è datata 1° ottobre 1891 ad opera di Giovanni Battista Perbellini. Accanto all'Offella, che continua ad essere prodotta secondo la tradizione, Perbellini realizza un sofficissimo Pandoro e il Panettone con lievito naturale e frutta candita.

 

Bonfissuto 
I due fratelli pastry chef, Giulio e Vincenzo Bonfissuto, trasformano tutto il meglio dei dolci ingredienti siciliani, dal pistacchio di Bronte al cioccolato di Modica, dalle mandorle di Avola alle fragoline di Ribera e alle arance, in panettoni (e altri dolci e creme) nel loro laboratorio di Canicattì. Imperdibile il panettone 18 Carati con copertura di cioccolato fondente, pezzi di cioccolato di Modica, foglia d’oro alimentare 18 carati e crema di cioccolato di Modica.

 

Pasticceria Giotto dal carcere di Padova 
Dai laboratori artigianali che si trovano all’interno della Casa di Reclusione “Due Palazzi” e che impegnano 38 detenuti sotto la guida di 3 maestri pasticceri, nascono tanti dolci di vaglia, anche se il prodotto più rinomato è il panettone natalizio che negli anni è stato tradotto in nove varianti: da quelle classiche a quelle più golose con il cioccolato, fino a ricette ricercate con l'abbinamento del moscato Kabir di Donnafugata.

 

Pasquale Marigliano
Se il nome di Pasquale Marigliano è noto per aver saputo coniugare il cioccolato ai dolci tradizionali campani grazie al profondo legame con le sue origini e agli studi approfonditi di pasticceria e cioccolateria che ha svolto a lungo a Parigi, qui lo vogliamo ricordare per la produzione di panettoni dal sapore equilibrato e raffinatissimo. Ecco dunque il panettone classico, quello al cioccolato 71%, alla crema di limoncello, all'arancia e cioccolato, alle Pellecchielle del Vesuvio (albicocche molto dolci e profumate), al Passito di Pantelleria e uvetta, ai frutti di bosco.

 

Pepe Mastro Dolciere
Alfonso Pepe, nella sua pasticceria nel Salernitano, affianca alla produzione tipica napoletana rappresentata da babà, sfogliatelle e pastiere, una pluripremiata produzione di lievitati. In primis il panettone, proposto in tanti gusti: da quelli classici (agli agrumi, al caffè, al cioccolato) a quelli che richiamano i sapori del Sud Italia. Tra questi ultimi, sono assolutamente da provare il panettone al limoncello, al pomodorino di Corbara candito, alla panna e latte di bufala, alle albicocche del Vesuvio e con il vino Aglianico.

 

Panificio Fantuzzi
Questo panificio storico, avviato prima della seconda guerra mondiale dalla famiglia Fantuzzi, è ancora oggi gestito dalla stessa famiglia, arrivata alla terza generazione. Se la gamma di pani, focacce, pizze e dolci da forno è molto ampia, il fiore all'occhiello è rappresentato dai lievitati e in particolare dalla linea dei panettoni. Tra questi spicca il Cuore d'orzo, che prevede nell'impasto l'aggiunta di Orzo Tostato “Grossi” e golosi chicchi di cioccolato.



Fornai Ricci
Fornai dal 1967, i Ricci sono dei veri cultori del lievito madre, che tengono vivo da 50 anni. È questo il principale ingrediente del loro panettone, insieme al burro belga e alla frutta e alle scorze candite in azienda. Altro orgoglio aziendale è rappresentato dal Penevo, l'originale versione con olio extravergine d'oliva molisano.

 

Per info e acquisti:
• Fiasconaro (link)
• Pasticceria Mastai (link)
• Pasticceria Perbellini (link)
• Bonfissuto (link)
• Pasticceria Giotto dal carcere di Padova (link)
• Pasquale Marigliano (link)
• Pepe Mastro Dolciere (link)
• Panificio Fantuzzi (link)
• Fornai Ricci (link)

condividi

facebook twitter google plus LinkedIn