-

Non rinunciamo all'Aperi-vino!

Marco Gatti | 19/11/2020 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Tra gli espositori di Golosaria Fiera on line, 10 produttori da cui potrete procurarvi bianchi, rossi e spumanti per un aperitivo di classe!

Non rinunciamo all'Aperi-vino!

I periodi di lockdown di questi mesi ci hanno impedito di vivere il rito dell’aperitivo nei bar, ma per molti sono stati l’occasione per riscoprire il piacere di aspettare pranzo o cena, con un “aperi – vino”, ossia gustando un buon bicchiere di una bottiglia che poi può accompagnare anche l’antipasto. A Golosaria Fiera Online abbiamo selezionato una top 10 ten di cantine, i cui vini sono ideali per questi momenti di gioiosa convivialità.

Cantina Sociale di Quistello
Da una delle nostre cantine del cuore - peraltro, una delle realtà sempre presenti a Golosaria (e sin dagli esordi) -, ossia dalla Cantina Sociale di Quistello, un tris d'assi, vale a dire il Lambrusco Mantovano “Banda Blu”, ottenuto da varietà Ruberti, Maestri, Salamino e Ancellotta,  il glorioso Lambrusco di Quistello “Gran Rosso del Vicariato di Quistello”, ottenuto da una selezione di Grappello Ruberti e Ancellotta, ed il lambrusco di Quistello, “80 Vendemmie rosso e rosato” ottenuto da una particolare selezione di Grappello Ruberti, per un aperi - vino di soddisfazione inimmaginabile con dei buoni salumi!


Chimento
Di Chimento, produttore del Cosentino, procuratevi il suo Calabria Bianco “Matilde”, che vi stupirà per eleganza ed espressività territoriale, i due binari su cui viaggia questo suo meritatissimo e clamoroso Top Hundred 2020, frutto di uve greco bianco (70%) e chardonnay. Provatelo con le tartine al salmone.


Il Poggio di Gavi 
Dal Piemonte, da Francesca Poggio, supportata in cantina dalla figlia Giorgia e nei campi dal marito Angelo, il Gavi del Comune di Gavi Etichetta Nera 2012, davvero una splendida interpretazione di cortese che ci ha piacevolmente “costretti” a premiarlo tra i nostri Top Hundred 2013. Con dei salatini, una golosità!


Marrone
Della famiglia Marrone - da generazioni protagonista di una bella avventura nel mondo del vino a La Morra, portata avanti oggi da Gian Piero, con la moglie Giovanna, e dalle figlie Denise, Serena e Valentina - è famoso il Barolo “Bussia”, nostro Top Hundred 2020. Ma come aperitivo, voi provate il Langhe Chardonnay “Memundis”. Se vi procurerete dell'insalata russa sarà festa grande! 


San Giuseppe
Giovanni Battistella, e il figlio Carlo, laureato in enologia, fanno vini che hanno  stoffa da veri campioni, e non da oggi, visto che noi li premiammo giá tra i Top Hundred 2004. Il loro Prosecco, cremoso e saporoso, di classe, per noi è un punto di riferimento di un intero territorio. Da stappare e godere in perfetta solitudine! Poesia!


Sant'Anna dei Bricchetti
Moscato e barbera, le uve su cui ha puntato la famiglia Lenti, trovando a Costigliole d'Asti – sulla collina di Sant'Anna – il terreno ideale. Strepitosi, tuttavia, sono anche i loro spumanti, sia metodo Charmat sia Metodo Classico,  che sono le bottiglie che vi proponiamo di stappare per un aperitivo alla piemontese, con qualche assaggio di salsiccia di Bra o di carne cruda.


Santa Giustina
Santa Giustina è diventata un punto di riferimento artistico, musicale, pedagogico e culinario della regione, ed è la nostra Cantina dell’anno per l’Emilia Romagna. Se il loro Gutturnio superiore, prorompente al naso, fruttato, e dal sorso vellutato è uno schianto (già Top Hundred 2004). Tra 16 le etichette prodotte dalla giovane e talentuosa Gaia Bucciarelli, due le bottiglie che vi consigliamo per un grande aperi-vino, lo Spumante Brut 20.10 da uve Ortrugo, dalle note floreali di margherita e tarassaco e di agrumi, e quella Malvasia dai profumi di mentuccia e salvia, e dal retrogusto di rabarbaro, che sarà un capolavoro con qualche cruditè di mare!


Tenimenti Grieco 
Biferno DOC e Tintilia del Molise “200 metri” (Top Hundred 2019) i fiori all'occhiello di questa azienda a conduzione famigliare di Portocannone (CB), celebre per la sua produzione di ottimi vini tipici del Molise. Ma da scoprire anche i loro spumanti, tra cui brilla Chapeau, da uve chardonnay e pinot bianco. Giallo paglierino, ha profumi di agrumi, note di mela e pera, piacevole morbidezza al palato. Con le bruschette, direte "chapeau", appunto!


Tenute Lu Spada
Tenute Lu Spada, giovane realtà produttiva di Brindisi, coniuga tradizione ed innovazione coltivando vigneti in terreni situati nelle contrade Cillarese – Scalella e Torre Mozza, per un totale di 29 ettari. Tra i suoi vini da conoscere il Grigiombra 2019, bianco del Salento da uve minutolo e vermentino, dal colore paglierino, dai profumi di fiori e frutta a polpa gialla, dal gusto secco e sapido. Con un pinzimonio di verdure, sarà una sorpresa! 


Villa Bogdano 1880
Di questa cantina da scoprire (anche per le 117 viti di fine ‘800 a cassone padovano, antico sistema di allevamento quasi dimenticato, retaggio di un convento di frati benedettini del 1500 tuttora esistente), per un aperitivo di classe, con le ostriche, provate il Lison Classico 2018, Top Hundred 2020 dalle note agrumate e dal sorso pieno, e dall'eleganza filigranosa, lunga e persistente.

Link Shop Online 

• CANTINA SOCIALE DI QUISTELLO
• CHIMENTO
• IL POGGIO
MARRONE GIAN PIERO AGRICOLA
SAN GIUSEPPE AZ. AGR.
SANT'ANNA DEI BRICCHETTI
SANTA GIUSTINA AZ. AGR.
TENIMENTI GRECO
TENUTE LU SPADA
VILLA BOGDANO

condividi

facebook twitter google plus LinkedIn