-

Tutti i salumi di Golosaria

Golosaria | 09/11/2017 Stampa STAMPA
Invia INVIA
Invia questa pagina a:


INVIA

Salami, prosciutti, coppe, pancette: a Milano il meglio della norcineria italiana

Tutti i salumi di Golosaria

C'è un posto dove quantità fa rima con qualità. Questo posto è Golosaria Milano. Lo dimostra ancora una volta la selezione di salumi che si potranno ammirare, assaggiare e acquistare nella tre giorni al Mico Milano Congressi.

Sono 20 i magnifici norcini che metteranno alla prova dei clienti la loro produzioni. Tra nomi storici del Golosario e nuove scoperte, prodotti tradizionali e novità assolute, difficile rimanere a bocca asciutta. Golosaria sarà dunque l'occasione ideale per assaggiare ottimi prosciutti crudi (quello di Marco d'Oggiono vi lascerà a bocca aperta, ma anche i prosciutto crudo di Norcia di Casale Li Tappi e Norcineria Ansuini non scherzano), e cotti (straordinario quello di Capitelli).

Tutta da scoprire la produzione della storica risto-macelleria Turba di Rivolta d'Adda (presi d'assalto lo scorso anno), così come le produzioni dei Colli Berici (Centro Carni Brianza Walter), Lessinia (Corrado Benedetti) e dell'Amiata (Biamiata). Mentre la Gastronomia Contini da Cremona spazia tra mostarde e salumi. Difficile scegliere la punta di diamante.

C'è poi il mitico salame dop di Varzi di Thogan Porri, una certezza di Golosaria, il salame cotto (ma anche quello crudo) del piemontese Bona Angelo e C., così come il culatello dei fratelli Spigaroli dell'Antica Corte Pallavicina, che giunge fino alle tavole dei reali inglesi.

Della tradizione emiliana – leggi coppa, pancetta, salame – sono alfieri tanto il Salumificio La Rocca, quanto Bettella, che lavora soltanto il suino padano extrapesante. Importante anche la produzione del sud: dal Nero di Calabria (l'nduia è un obbligo), alla tradizione lucana portata da Buoni per scelta. Ma se siete appassionati di salumi d'oca, non perdetevi quelli di Cascina Madonnina: ci ringrazierete.